Come il caffè migliora umore e pressione

Come può il caffè migliorare umore e pressione? Avete presente cosa succede ogni mattina quando, prima di una tazza di caffè, non si vuole parlare con nessuno e si lanciano occhiatacce e mugugni minacciosi a chiunque ci rivolga una parola o ancor peggio una domanda? I benefici del caffè sull’umore delle persone paiono quindi più che visibili nella quotidianità. Scherzi a parte sono stati diversi scienziati a confermare, anche recentemente, come questa sostanza possa apportare miglioramenti all’organismo.

Sebastiano Marra, direttore del Dipartimento Cardiovascolare del Maria Pia Hospital di Torino, durante le Giornate cardiologiche torinesi ha reso noto come dalla raccolta di dati di circa dieci mila individui sia emerso che "Chi assume caffè, su lungo periodo, ha meno ansia, dorme meglio, non ha la pressione più alta rispetto a chi non lo beve". Insomma: "I dati piemontesi confermano che chi beve caffè ha un umore migliore, meno ansia, riposa meglio, non ha pressione o colesterolo più alti". A conferma di ciò vi sarebbe, inoltre uno studio francese basato sull’analisi delle abitudini e dei referti medici di 200 mila persone.

Come se non bastasse per altri il caffè avrebbe lo stesso beneficio del cioccolato fondente. A lungo andare, infatti, quattro o cinque tazzine di caffè al giorno, anche decaffeinato, proteggerebbero il cuore così come l’assunzione di cioccolato fondente all'85-90%. In questo caso si potrebbe migliorare la propria pressione ed il proprio umore in breve tempo. Chi non ne fosse ancora convinto di ciò può leggersi quanto emerso dall'osservazione degli scienziati della Keck School of Medicine della University of Southern California. Secondo questi ultimi c'è una stretta correlazione tra caffè e longevità. Grazie, infatti, agli antiossidanti e ai composti fenolici contenuti in questa gustosissima bevanda, chi ne assume almeno tre tazzine, ha un rischio ridotto di morire per problemi legati alla circolazione e all’apparato gastrointestinale. Migliore è la circolazione e migliore è la pressione sanguigna ed il cuore non si affatica.

La caffeina, componente maggiore del caffè, ha un effetto stimolante sulle funzionalità cardiache e nervose, ma anche antidepressivo. A tal proposito vi è uno studio pubblicato sul The World Journal of Biological Psychiatry e condotto dalla Harvard School of Public Health. Bere caffè tutti i giorni aiuta a prevenire addirittura il rischio di suicidio. Secondo gli scienziati di Harvard, infatti, "chi consuma due o tre tazze di caffè al giorno ha il 45 per cento in meno di probabilità di togliersi la vita, mentre chi ne beve quattro o di più arriva al 53%". A questa conclusione gli studiosi sono giunti dopo aver analizzato una enorme quantità di dati mettendo insieme ben tre studi americani.

Il caffè dunque ha un effetto benefico sul cervello e sull'umore delle persone perché va ad aumentare i livelli di: serotonina, dopamina e noradrenalina. In un altro studio collegato, l'Harvard School of Public Health aveva anche dimostrato come il caffè diminuisse del 20% la probabilità di soffrire di depressione nelle donne. La ricerca era stata effettuata soprattutto sulle infermiere, ma gli studiosi si erano detti sicuri di poter generalizzare i dati includendo tutte le persone di sesso femminile.

La medicina compie ogni giorno grossi passi in avanti. Le tecniche per le cure delle varie malattie sono sempre più innovative ed efficaci, ma è sempre bene prevenire l'insorgere di problemi ed affidarsi ad un sano stile di vita e alle sostanze naturali che si trovano in natura. La caffeina è proprio una di queste e gli studi sopra citati lo confermano.

Prova i Kit Assaggio

Kit Nespresso
40 capsule a 10 €
Kit Lavazza a modo mio
20 capsule a 5 €
Kit Nespresso
20 capsule a 5 €
Kit Lavazza point
20 capsule a 5 €
Seguici su: