Farina di caffè. Cos'è e come si produce

Farina di caffè. Cos'è e come si produce

È in arrivo una dolce rivoluzione per gli amanti del caffè. Esiste un altro modo per consumare la bevanda scura: la farina di caffè. Di regola, una sola tazza di caffè rappresenta il culmine di un processo lungo soggetto a diverse variabili. Si parte dalla coltivazione, molto diffusa in America Latina, Asia e Africa, per arrivare alla lavorazione dei due semi contenuti nella drupa ovvero il frutto carnoso il cui nocciolo racchiude il segreto del caffè. Prelevati i semi, ciò che resta compresa insieme alla parte esterna, nota con il nome di cherry per la somiglianza con la ciliegia e il mirtillo, viene scartata. Di conseguenza si causano quantità enormi di rifiuti e inquinamento. Grazie all'intuizione di un gruppo di amanti del caffé, le cose stanno per cambiare.

E' stato studiato un sistema innovativo per recuperare e utilizzare il frutto ricavandone appunto la farina di caffè. Un modo per limitare gli sprechi e al tempo stesso ottenre guadagni maggiori per gli agricoltori locali e le loro famiglie.
Questo metodo consiste nel selezionare, lavare, asciugare e macinare le drupe creando un prodotto dalla consistenza analoga alla farina. L’aspetto è quello del caffè macinato, ma l’odore è di fiori, limoni e frutta tostata. Il sapore ricorda molto il cioccolato tanto che il conteuto di caffeina è decisamente scarso. Il progetto è equo solidale e meritevole. Grazie a questo prodotto, infatti, sono stati creati nuovi posti di lavoro nelle comunità agricole del Messico, Hawaii, Nicaragua, Guatemala, Vietnam e presto arriverà in Brasile e Giappone. Inoltre l’attività non è soggetta ai cambiamenti climatici e ai parassiti ed è ecosostenibile perché le drupe invece di finire nei rifiuti vengono riciclate in un nuovo prodotto. La farina di caffè ha e avrà un grande impatto economico e sociale. L'intenzione è quella di crescere e raggiungere ogni parte del mondo.

I vantaggi della farina di caffè non sono finiti qui. Se già la bevanda più consumata al mondo è nota per essere una fonte ricca di macro e micronutrienti e antiossidanti con buone percentuali di vitamine del gruppo B, magnesio e potassio, anche la farina di caffè è in grado di apportare grandi benefici all’organismo del consumatore attraverso le sue eccellenti proprietà nutrizionali. Un grammo contiene più ferro di una porzione di spinaci freschi, più fibre della farina di grano, più fibre e meno grassi della farina di cocco, più antiossidanti del melograno e più potassio di una banana. Infine, sempre un grammo di farina di caffè, possiede più proteine della verza o cavolo verde. Naturalmente priva di glutine e senza additivi, è un alimento adatto anche ai vegani. Gli utilizzi in gastronomia sono disparati e tutti golosi: creme, dolci, pane, cocktail e perfino salse per la pasta.

Prova i Kit Assaggio

Kit Lavazza a modo mio
20 capsule a 5 €
Kit Nespresso
40 capsule a 10 €
Kit Lavazza point
20 capsule a 5 €
Kit Nespresso
20 capsule a 5 €
Seguici su: