Le origini del caffè di Vienna

Quando si parla di caffè non si può fare altro che pensare a radici antichissime provenienti dai lontani popoli arabi , che sono spopolate soltanto molto tempo dopo nel resto del mondo. Vienna è una delle città più famose per quanto riguarda la cultura del caffè. Anche nel paese austriaco questo ha radici antichissime che risalgono circa al 1683; intorno a quest anno, infatti , i turchi attaccarono Vienna per conquistarla ma senza successo. Per questo ben presto batterono in ritirata lasciando però sul campo dei sacchi pieni di chicco di una sostanza di colore scuro. Fino ad allora nessuno dei viennesi aveva mai neanche sentito parlare di caffè e per questo non subito si riuscì a comprendere cosa realmente contenessero quei sacchi. A svelare il mistero fu un polacco di nome Kolschitzky che, conoscendo le usanze dei turchi di quel periodo riuscì a spiegare cosa fosse; questo era un composto utilizzato da quella popolazione straniera per preparare una bevanda particolarmente aromatica che bevevano più volte al giorno. Per aver svelato l'arcano al polacco fu regalato un locale che lui stesso trasformo nella prima bottega del caffè viennese, nella quale era possibile conversare, leggere il giornale e passare parte della propria giornata. La cultura del caffè si è tramandata nel tempo, diventando parte integrante della vita cittadina di Vienna. I viennesi, infatti, hanno inventato moltissime miscele per preparare diverse tipologie di caffè. Tra le più famose ricordiamo Melange cioè Caffè con spuma di latte, Kleiner Brauner cioè
Caffè ristretto con latte, Großer Brauner cioè Caffè lungo con latte e infine il  Verlängester cioè Caffè lungo tipo americano.

Prova i Kit Assaggio

Kit Nespresso
20 capsule a 5 €
Kit Nespresso
40 capsule a 10 €
Seguici su: